Curiosità

La Marina di Goro è un’incantevole porticciolo turistico nel cuore del Parco del Delta del Po, famoso per le spettacolari qualità naturalistiche, uniche nel loro genere. Una natura selvaggia ed incontaminata fa da cornice all’habitat naturale di aironi rossi, folaghe, germani reali e garzette; la fauna ittica, oltre ai mitili da allevamento, è costituita da ostriche, rombi, sogliole, canocchie, anguille, orate e branzini.

Goro è ovviamente famosa per le squisite Vongole che qui vengono allevate in quantità tali da soddisfare la quasi totalità del mercato italiano. La pesca e la mitilicoltura sono le principali attività economiche di Goro, svolte con una flottiglia considerata tra le maggiori dell’Alto Adriatico. Da qui la pregiata gastronomia di tutta la zona, caratterizzata da pesce sempre freschissimo, il caratteristico vino Doc del bosco Eliceo, l’asparago Igp di Mesola, il radicchio rosso di Chioggia e i freschissimi cocomeri del Delta.

Molte sagre e fiere si svolgono da Pasqua a novembre per celebrare e degustare le specialità locali.

Numerose sono anche le attività e le escursioni a cui poter partecipare: da tempo è molto diffusa la pratica del Pescaturismo, un'attività integrativa alla pesca che prevede di imbarcare turisti sui pescherecci per finalità divulgative ed assistere sia alla raccolta delle vongole che ad altri tipi di pesca.

Un momento di grande suggestione è la partenza dei pescherecci dal porto: vi si può assistere ogni domenica notte, verso le ore 24, quando le imbarcazioni prendono il largo per la campagna di pesca. Al mattino presto, tra le 7 e le 9, è invece possibile assistere allo spettacolo della sbroccatura delle reti sulle banchine del porto. Tra le 7 e le 10, davanti al mercato ittico, ecco il carico dei sacchi dei mitili e delle vongole sui camion per essere immessi in commercio. Attorno alle 16 avviene il momento clou della giornata dei pescatori: l'asta ad orecchio tra produttori e commercianti.